Solenoide

ISBN 9788842829553
pagine: 944
€ 29,00

Dentro una strana casa a forma di barca uno scrittore fallito consuma la vita creando pianeti nella propria testa, annotando sogni e incubi su un diario folle, vagando con la mente per una Bucarest allucinata, pulsatile, ectoplasmatica. Divenuto professore di romeno in una scuola di periferia, lavoro che detesta e ripudia, in quel tetro edificio conosce figure che diventano per lui punti di riferimento: un matematico che lo inizia ai segreti più reconditi della sua materia, gli adepti di una setta mistica che organizza manifestazioni contro la morte nei cimiteri della città e infine Irina, la donna di cui si innamora. In un delirio abbacinante di immagini assurde, lo scrittore tenta disperatamente di sfuggire alla tirannia dei nostri cinque sensi e di accedere a un’altra dimensione dell’esistenza.

Solenoide è il capolavoro di Mircea Cărtărescu, l’opera monumentale che ingloba e fagocita tutte le precedenti, restituendoci la totalità del suo pensiero e l’eccezionalità della sua scrittura, la quale ricorda Kafka, Borges, Pynchon, Bolaño. C’è qui l’impronta di un visionario, un profeta che ci svela in tutta la sua evidenza la «cospirazione della normalità», la gabbia che il nostro cervello ha costruito per noi. Perché per Cărtărescu la realtà è un carcere e noi, come il protagonista di questo libro, abbiamo il dovere di evadere, di cercare, anche a rischio di impazzire, un’altra verità. Solenoide, è questa la sua grandezza, apre uno squarcio e illumina la via di fuga.

«Tutti veniamo al mondo da un terrificante abisso senza memoria, soffriamo incredibilmente sopra un granello di polvere del mondo infinito e periamo poi, in un nanosecondo, come se non fossimo mai vissuti, come se non fossimo mai esistiti.»

«Il mondo fantasmagorico di Mircea Cărtărescu assomiglia ai paesaggi onirici di Salvador Dalí.» Kirkus

«Solenoide pone al centro il senso della vita e del mondo, con una scrittura che sconfina nella visione e nel sogno, perché la ragione da sola non basta.» Corriere della Sera

«Mircea Cărtărescu crea mondi dalle frontiere permeabili. È uno scrittore che va guadagnato, una lettura che non predispone all’evasione o all’intrattenimento ma che procura una gioia estatica.» Le Monde


Mircea Cărtărescu (Bucarest, 1956) è considerato il maggiore romanziere di lingua romena e tra i più importanti in Europa. Ha vinto molti premi, tra cui l’Internationaler Literaturpreis a Berlino (2012), lo Spycher in Svizzera (2013), il premio di Stato per la Letteratura europea conferito dalla Repubblica austriaca (2015) e il Prix Formentor (2018). È stato inoltre più volte segnalato per il premio Nobel. Tra le sue opere, uscite in Italia per Voland, ricordiamo Travesti (2000), Nostalgia (2003), la trilogia AbbacinanteL’ala sinistra (2008), Il corpo (2015), L’ala destra (2016) – e Il Levante (2019). Solenoide è considerato il suo capolavoro.

 

Rassegna stampa

Ossessioni di un nichilista[ Il Mattino - 8 settembre 2021 ]
La tela di Cartarescu. Un vortice di parole[ Il Quotidiano del Sud - 28 luglio 2021 ]
Sabato Libri[ Radio Popolare - 3 luglio 2021 ]
Mircea Cartarescu[ Blow Up - 25 ottobre 2021 ]
Apocalisse sospesa[ Robinson - 3 luglio 2021 ]
Solenoide, di Mircea Cărtărescu[ Treccani - 30 giugno 2021 ]
Le allucinazioni della realtà[ Rai Radio 3 - 5 luglio 2021 ]
Oltre 100 libri da leggere per l’estate 2021[ Il Libraio - 10 giugno 2021 ]
I consigli di Internazionale[ Internazionale - 4 giugno 2021 ]
È finita l'attesa[ Linus - 7 giugno 2021 ]
Mircea Cartarescu, evadere dalla realtà[ Doppiozero - 28 maggio 2021 ]
Un'alluvione letteraria[ Internazionale - 28 maggio 2021 ]