Manuale di autodistruzione

Perché dobbiamo bere, sanguinare, ballare e amare di più
ISBN 9788842827313
€ 14,00

Il mondo è degli anticonformisti, dei sognatori, di chi riesce a liberare le potenzialità nascoste. Te lo ripetono tutte le pubblicità: Think different, Dream crazy, Just do it!. Anche tu puoi farcela, con il manuale giusto, la motivazione giusta e la dieta giusta. Balle. Nessuna ditta vuole dipendenti che non rispettano le regole; i ribelli sono accettati solo entro precisi limiti; l’unica libertà che il mercato e il mondo ti offrono è quella di essere un consumatore ottimista, produttivo e ligio allo statu quo, come tutti quanti. E se non ci riesci è solo colpa tua.

Manuale di autodistruzione è per quelli che non ci stanno: è per chi non si adegua ai modelli estetici impossibili dei corpi perfetti figli di Photoshop; per chi vuole poter lamentarsi ed essere pure infelice; per chi si rifiuta di plasmare la propria vita in funzione del giudizio altrui; per chi balla tutta la notte fregandosene dell’ora a cui suona la sveglia il giorno dopo; per chi beve troppo e litiga per cose importantissime con sconosciuti (per poi dimenticarsene); per chi crede che l’amore sia azzuffarsi, rinunciare a cambiare l’altro, dire ancora una volta «Mi dispiace» e poi fare l’amore fino all’alba.

Seguite i consigli di Marian Donner: non avrete un corpo perfetto, nessuno metterà like sulla vostra pagina, forse non farete carriera, sarete un ingranaggio fuori posto. Ma sarete vivi.


Marian Donner (1974) è una scrittrice e giornalista olandese. Dopo essersi laureata in Psicologia all’Università di Amsterdam ha lavorato per l’ufficio stampa di un partito politico e poi per una Ong. Nel 2006 ha risposto a un annuncio da centralinista in un’agenzia di escort, dove ha lavorato fino al 2018. Scrive articoli per vari quotidiani e riviste e ha pubblicato due romanzi: 8:30 uur: opstand (2006) e Lily (2011).

 

Rassegna stampa

Perché dobbiamo ballare e amare di più[ L'Unione Sarda - 1 ottobre 2020 ]
Per capire il nostro tempo[ Donna Moderna - 23 settembre 2020 ]
Visioni[ Vanity Fair - 10 settembre 2020 ]