ISBN 9788842826613 pagine: 160
18,00€ Acquista Amazon IBS
John Berger

E i nostri volti, amore mio, leggeri come foto

Questo libro è una lettera d’amore. Come in tutte le lettere più riuscite, fra le sue righe si conserva una limpida traccia della voce di chi l’ha scritta: la voce di John Berger, che qui risuona in tutta la sua calorosa intelligenza, in tutto il suo desiderio di condividere storie e sguardi.

L’amore che racconta è svelamento sensuale, mutuo accudimento di fragilità, superamento dei confini individuali. In quest’arte sottile dello sconfinamento, l’amante John Berger si scopre vicino a chiunque sia impegnato ad attraversare una frontiera. A chi migra dal proprio paese, gettando le fondamenta di una nuova casa nel molle terreno dell’altrove; ad artisti come Caravaggio o van Gogh, che vivono un’identificazione metamorfica e sessuale con la materia della pittura; a una lucciola, il cui bianco bagliore sembra provenire da una dimensione remota, invitandolo a varcarne la soglia. L’amore di John Berger è un porsi in bilico tra animale e umano, tra vita e assenza, tra eternità e impermanenza. Tra ora e non più.

E i nostri volti, amore mio, leggeri come foto è forse il libro più generoso di un generosissimo scrittore, perché è il più intimo. È la scoperta di come «non ci sia discorso più pubblico e politico, più radicalmente comunitario, di quello sui sentimenti», e la meravigliata dimostrazione che chi ama, come chi guarda, modella eternamente il reale, ridisegnando in ogni istante il fuggevole profilo del mondo.


Edizione italiana e traduzione a cura di Maria Nadotti




«Fu allora che ti vidi in fondo alla banchina. Sulla lunga piattaforma di fianco al treno sembravi piccolissima. Al tuo apparire ogni cosa mutò. Il mondo del caso e della contingenza, in cui, molto tempo prima, ero

nato, diventò come una stanza. Ero a casa.»

John Berger

John Berger (Londra, 1926 - Parigi, 2017) è stato giornalista, pittore, critico d’arte e scrittore. Con il romanzo G. (Neri Pozza, 2012) ha vinto nel 1972 il Booker Prize. Il Saggiatore ha pubblicato Questione di sguardi (2015), Perché guardiamo gli animali? (2016), Smoke (2016), Sul guardare (2017), Sul disegnare (2017), Ritratti (2018), Paesaggi (2019), E i nostri volti amore mio, leggeri come foto (2020), Fotocopie (2021).

scopri di più sull'autore

Rassegna stampa

John Berger, l’incessante
Antinomie
28 gennaio 2021
Il senso della perdita per Berger
il venerdì
15 maggio 2020
E i nostri volti, amore mio, leggeri come foto
Internazionale
19 marzo 2020
Vedere è amare. Ancora su John Berger
Antinomie
02 marzo 2020
L’afflato amoroso di Berger. «E i nostri volti, amore mio, leggeri come foto»
Sul Romanzo
06 febbraio 2020
John Berger, per una nuova pratica dello spazio e del tempo
il Libraio.it
22 gennaio 2020
Dillo come sai tu
D la Repubblica
18 gennaio 2020
Berger sull'amore, la perdita e l'arte
Arte
23 luglio 2024

TUTTO IL CATALOGO

aggiunto al carrello
0

carrello

torna allo shop

Il tuo carrello è vuoto!

Checkout

TORNA AL CARRELLO

RIEPILOGO

 
Spedizione: Nessuna spedizione richiesta
0,00€
 
Sub-Totale (IVA inclusa)
0,00€

Indirizzo di Fatturazione

metodi di pagamento

Stripe

Attendi per favore...

PayPal

Totale
0,00€