Vichy

ISBN 9788856503210
pagine: 416
€ 15,00

«Le testimonianze mostrano che il governo di Vichy cercò attivamente di andare oltre l’accordo di armistizio per stabilire una “volontaria collaborazione” all’interno di un’Europa hitleriana.»

Per anni è stato un capitolo oscuro, da dimenticare in fretta, della storia francese.

A lungo si è creduto che quello di Vichy fosse un governo fantoccio dei nazisti, non direttamente responsabile di atrocità come la persecuzione degli ebrei. Robert Paxton, tutt’ora il massimo esperto mondiale in materia, ha dimostrato invece la forte autonomia del regime, che si avvantaggiò dell’apatia della popolazione, ma anche di un notevole consenso, per perseguire un programma coerente e concreto. Una pietra miliare della storiografia moderna, che ha scosso la coscienza dei francesi.


Robert O. Paxton (1932), storico e scienziato politico statunitense, ha concentrato i suoi studi sui fascismi europei e sulla Seconda guerra mondiale. Insegna presso il dipartimento di storia della Columbia University. Nel 2009 la Francia lo ha insignito della Legione d’onore.