Scrivere in versi

Metrica e poesia
ISBN 9788856502855
pagine: 294
€ 10,00

«Scrivere non solo con la propria generazione nel sangue» ma attingendo all’immenso patrimonio metrico della tradizione classica e moderna. È questa la sfi da che Gabriella Sica lancia ai lettori e agli appassionati di poesia riproponendo un’indagine affascinante e originale di quelle forme poetiche che nel corso dei secoli si sono consolidate, trasformate o rivoluzionate. Le forme metriche sono tracce preziose di una memoria che va custodita e ringiovanita, orme indelebili della tradizione letteraria italiana, vere «impronte biologiche» del lavoro compiuto dagli autori con ogni fi bra e idea. Un’occasione per rileggere i più bei versi della poesia italiana, da Petrarca a Saba, da Cavalcanti a Leopardi, da Ungaretti a Caproni in compagnia di Gabriella Sica, poeta e protagonista del dibattito letterario del nostro tempo.


Gabriella Sica, nata a Viterbo, vive a Roma dove insegna letteratura italiana all'Università La Sapienza. Poesie familiari (Fazi, 2001), vincitore del premio Camaiore, è il suo ultimo libro di poesia, dopo La famosa vita (1986), Vicolo del Bologna (1992) e Poesie bambine (1997). Ha lavorato sulla poesia contemporanea dirigendo dal 1980 al 1987 la rivista Prato pagano, e curando nel 1995 per Marsilio l'antologia La parola ritrovata. Ultime tendenze della poesia italiana. Ha raccolto i suoi studi sulla poesia nel volume Sia dato credito all'invisibile. Prose e saggi (Marsilio, 2000). Ha realizzato per la Rai sei video sui grandi poeti del Novecento: Ungaretti, Montale, Pasolini, Saba, Penna e Caproni; i primi tre sono stati pubblicati in videocassetta da Einaudi/Rai Educational nel 2000 e nel 2001. www.gabriellasica.com