Oceanides

ISBN 9788842829430
€ 19,00

Negli anni ottanta del Seicento, il giovane Kenton si imbarca per la Giamaica per lavorare in una piantagione di zucchero. Ma, convinto di essere destinato a cose più grandi, presto risponde al richiamo dell’avventura e della libertà: abbandona la piantagione e si unisce a una ciurma di bucanieri con i quali, appresa l’arte della navigazione e della pirateria, esplora i mari dei Caraibi, le acque del Pacifico e i chilometri di costa che preludono a foreste rigogliose.

Ed è nella giungla di Darien – dove gli uccelli lasciano scie leggere e fuggevoli, e in un batti- to di ciglia sembrano moltiplicarsi – che Kenton sente il suo anelito di conoscenza esaltarsi. Lo sa bene: non esistono i draghi, gli unicorni o le sirene; ma nell’osservazione del mondo naturale c’è più di quanto sogni la mitologia. La sua indole di esploratore lo porta a riprendere il largo, in cerca di nuove terre, nuove verità. Sbarca quindi su un’isola enigmatica in cui vivono, in un lago dalle acque salvifiche, gli Oceanides, meravigliosi uccelli anfibi dalle cangianti piume azzurrine, entità affascinanti e indecifrabili che diventano la sua ossessione. Dedicherà la sua vita a loro e all’isola, deciso a comprenderne il segreto e destinato a rimanerne vittima.

Discepolo di Stevenson e Defoe, Conrad e Salgari, con Oceanides – menzione speciale della giuria alla XXXIII edizione del premio Italo Calvino – Riccardo Capoferro rende omaggio alla grande tradizione del romanzo d’avventura, rinnovandone gli stilemi dall’interno con una scrittura capa- ce tanto di evocare i suggestivi paesaggi caraibici, quanto di spiazzare con virate improvvise, che socchiudono la porta verso nuovi mondi. Al di là lampeggia – simile al guizzo di una sciabola – il potere unico della letteratura: rapire, come il più indiavolato dei bucanieri, il lettore.

«Parlatemi di questi uccelli» disse con entusiasmo.  «Hanno un nome? Li avete battezzati?» «A dire il vero, no.» «Bisogna battezzarli, Kenton. Sono anfibi, a quanto mi dite, e sono color del mare… Nella mitologia greca c’erano ninfe che dimoravano presso le fonti d’acqua. Il loro nome fa al caso nostro. Oceanides. Che ne dite?» «Suona bene.» «Sì, suona bene.»


Riccardo Capoferro (Roma, 1975) è professore di Letteratura inglese presso l’Università di Roma «La Sapienza». Fra i suoi numerosi lavori citiamo Leggere Swift (Carocci, 2013) e Novel. La genesi del romanzo moderno nell’Inghilterra del Settecento (Carocci, 2017). Oceanides è il suo primo romanzo.