Legge, legislazione e libertà

Critica dell'economia pianificata
ISBN 9788856502015
pagine: 570

«Il mantenimento di una società di uomini liberi si basa su tre fondamentali concezioni, che non sono mai state adeguatamente esposte, e a cui le tre parti principali di quest’opera sono rispettivamente dedicate.»

Legge, legislazione e libertà raccoglie tre scritti fondamentali di Friedrich August von Hayek, uno dei massimi teorici del liberalismo: Regole e ordine, Il miraggio della giustizia sociale, L’ordine politico di un popolo libero. Hayek fonda la sua posizione sulla percezione dei limiti della razionalità e della frammentarietà delle conoscenze degli individui. L’uomo non è padrone del proprio destino e, di conseguenza, ogni ordine sociale creato deliberatamente non può che frustrare la libertà individuale. Liberale, ma non conservatore, secondo le sue stesse parole, Hayek crede nell’ordine spontaneo esemplificato dal mercato libero e nella formazione automatica di nuove regole di condotta che tale ordine comporta.


Friedrich von Hayek (1899-1992), filosofo ed economista, ha ricevuto il Nobel per l’economia nel 1974. Docente alla London School of Economics negli anni trenta e quaranta, in seguito ha insegnato a Chicago e Friburgo. Tra le sue opere: L’abuso della ragione, La società libera, Studi di filosofia, politica ed economia, Liberalismo.