Interazione del colore

ISBN 9788842819851
pagine: 236
€ 25,00

Pubblicato per la prima volta nel 1963, Interazione del colore fu pensato da Josef Albers come un manuale di supporto didattico per artisti, docenti e studenti. Nelle sue pagine, attraverso esperimenti ed esempi pratici, viene illustrata la teoria del colore sviluppata dall’autore durante gli anni di insegnamento al Bauhaus. Lo scopo delle lezioni di Josef Albers è sviluppare l’occhio per il colore, quella sensibilità per la luce e le tonalità che il solo studio teorico dell’ottica e dei sistemi cromatici non può in alcun modo affinare.

Il risultato è un percorso semplice ma articolato che vuole essere uno stimolo alla formazione di un «pensare pratico» in cui l’esperimento e la scoperta accompagnano la creatività.

Cinquant’anni dopo la sua prima edizione, Interazione del colore è ormai un caposaldo nello studio del colore. Questa nuova edizione presenta una selezione aggiornata e ampliata delle tavole a colori che illustrano i princìpi espressi da Albers nel corso di lezioni e dimostrazioni.

Josef Albers (Bottrop, 1888 – New Haven, 1976), pittore e designer tedesco, si forma nell’ambiente del Bauhaus, dove entra come allievo nel 1920 e rimane come docente fino alla chiusura, nel 1933.

Si trasferisce quindi negli Stati Uniti, dove per sedici anni insegna al Black Mountain College del North Carolina.

Nel 1950 viene chiamato a dirigere il dipartimento di Grafica e Design all’Università di Yale. Qui, dopo il suo ritiro nel 1958, viene insignito del titolo di professore emerito. Nel 1968 Albers è eletto membro del National Institute of Arts and Letters. È il primo artista vivente a cui sia stata dedicata una retrospettiva, nel 1971, al Metropolitan Museum of Art di New York.


Josef Albers (1888-1976), pittore e designer tedesco entrò nel Bauhaus come allievo nel 1921 e, diventato docente, vi rimase fino al 1933, quando si trasferì negli Stati Uniti in seguito alla soppressione nazista della scuola. Insegnò al Black Mountain College e in varie università americane. Nel 1968 fu eletto membro del National Institute of Arts and Letters di New York e nel 1974 divenne membro straordinario della Akademie der Künste di Berlino.