ISBN 9788842824305 pagine: 1482
€62.00 Acquista Amazon IBS Feltrinelli
Luciano Bianciardi

Il cattivo profeta

La rivoluzione, il gruppo di boiardi di provincia del Lavoro culturale, alla fine non la fanno mai; Marcello, nell’Integrazione, si ferma prima di scagliare il mattone contro la metropoli che lo asfissia con le sue torri metalliche; il narratore della Vita agra non attua il piano di far saltare in aria il torracchione della grande azienda che ha lasciato morire ammazzati quarantatré minatori. Ma quello che le opere di Luciano Bianciardi hanno rappresentato per l’Italia degli anni sessanta, così ingenuamente imbevuta dei miti del progresso e del miracolo economico, è stato qualcosa di simile a un intero plotone mitraglieri che apriva il fuoco contro il cielo di carta che la proteggeva. Intellettuale corsaro, cantore corrosivo delle contraddizioni della società del benessere, esistenzialista anarchico, Bianciardi è oggi un punto cardinale nel panorama letterario del secondo Novecento italiano. Il Saggiatore ne ripropone in un unico volume tutti i romanzi, i saggi, i racconti e i diari, le molte vite di un irregolare entrato nel canone: dagli anni giovanili dell’impegno nella natia Grosseto – da cui nacquero il libro-inchiesta I minatori della Maremma e il primo romanzo Il lavoro culturale – al trasferimento a Milano; dal racconto del lato oscuro dell’industria editoriale nell’Integrazione al capolavoro La vita agra, in cui confluirono tutta l’alienazione e la «solenne incazzatura» del periodo trascorso nel capoluogo lombardo. Fino alla fine, con la riscoperta-rifugio dell’epopea risorgimentale in Aprire il fuoco, romanzo ucronico in cui sulle barricate delle Cinque giornate di Milano, al fianco di Carlo Cattaneo, sfilano Enzo Jannacci e Giorgio Bocca. Curato da Luciana Bianciardi e arricchito della nuova prefazione di Matteo Marchesini, Il cattivo profeta raccoglie tutte le sfumature di un autore che, facendo della sua esistenza appassionante letteratura, è riuscito a immortalare le illusioni, i tic e le miserie dell’infinito presente dell’età post-industriale.

Luciano Bianciardi

Luciano Bianciardi (Grosseto, 1922 - Milano, 1971) è stato uno dei massimi scrittori italiani del secondo Novecento. La sua opera narrativa comprende Il lavoro culturale (1957), L’integrazione (1960), La vita agra (1962), La battaglia soda (1964), Aprire il fuoco (1969). La sua produzione saggistica comprende I minatori della Maremma (1956), scritto con Carlo Cassola, e il reportage Viaggio in Barberia (1969). Ha tradotto, fra gli altri, Faulkner, Steinbeck, Miller, Bellow e Barth.

scopri di più sull'autore

Rassegna stampa

Quelli che vanno all'inferno con Principe
la Repubblica
17 febbraio 2018
Sempre più attuale, sempre più anarchico: il ritorno di Bianciardi.
Il Giornale
08 marzo 2018
Bianciardi, il vate dell'Italia post-industriale
Il Mattino
14 marzo 2018
Tutto Bianciardi a portata di genio
La Provincia
13 marzo 2018
Bianciardi anarchico e santo impossibile
Il Venerdì
09 marzo 2018
Luciano Bianciardi, l’unico intellettuale non in vendita (e per questo non ve lo meritate)
Linkiesta
18 marzo 2018
Cosa direbbe Luciano Bianciardi oggi?
Esquire
29 marzo 2018
L’irriducibile Luciano Bianciardi, dimenticato tra gli intellettuali
Che Fare
23 marzo 2018
Bianciardi e la "Vita agra" oggi
Rumore
30 marzo 2018
"Il Cattivo profeta" di Luciano Bianciardi
Blow up
04 aprile 2018
Luciano Bianciardi: gaddiano e classicista
Doppiozero
07 aprile 2018
Contrordine, lettori: i grandi romanzieri sono per piccoli editori
Il Giornale
14 aprile 2018
Il cattivo profeta. Sugli scritti di Luciano Bianciardi
Il Lavoro Culturale
16 aprile 2018
Il Bianciardi corsaro
La Nazione
07 maggio 2018
Il cattivo profeta
Sette
03 maggio 2018
Dentro l'ossimoro
Avvenire
03 maggio 2018
Gli intellettuali scoprono Bianciardi papà del '68
Libero
12 maggio 2018
Sessantotto risorgimentale di uno sgradito irriducibile
Il Manifesto
13 maggio 2018
Il contro-Sessantotto di Luciano Bianciardi
Le Parole e le cose
15 maggio 2018
Luciano Bianciardi, un corsaro inquieto
La Nuova Sardegna
04 giugno 2018
Bianciardi, ritratto spietato dell’Italia del boom
Alfabeta 2
10 giugno 2018
Bianciardi, monumento dell'essere "anti-sociale"
Gazzetta del Mezzogiorno
24 giugno 2018
La vita agra di un irregolare
Il Corriere Fiorentino
18 luglio 2018
Geoffrey Chaucer, ottimo da tradurre in dialetto lodigiano
Il Sole 24 Ore
29 luglio 2018
Bianciardi, guastafeste al party delle modernità
Il Domenicale - Il Sole 24 Ore
12 agosto 2018
Luciano Bianciardi, il cattivo profeta
Carmilla - online
11 novembre 2018
Se litighi con il fratellino non ascoltare Mark Twain
Tuttolibri - La Stampa
16 dicembre 2018
Maremma, il Far West dell’Italia raccontato da Luciano Bianciardi
La Stampa
24 marzo 2019
Ribelle, divertente, sperimentatore. Tutto Bianciardi in un libro solo
Il Tirreno
15 novembre 2021
Che direbbe Bianciardi dei nuovi "torracchioni"?
Avvenire
14 novembre 2021
Vita agra, non romantica | La Milano di Bianciardi, precario prima della precarietà
Linkiesta
23 novembre 2021
Che direbbe Bianciardi dei nuovi "torracchioni"?
Avvenire
14 novembre 2021
Ribelle, divertente, sperimentatore. Tutto Bianciardi in un libro solo
Il Tirreno
15 novembre 2021

TUTTO IL CATALOGO

carrello

torna allo shop

Totale
Info spedizioni
€ 80,00
Checkout

Checkout

TORNA AL CARRELLO

RIEPILOGO

Astuccio “Primary” x 1
20.00€
Zainetto “Hikers Tale” x 2
20.00€
 
Sub-Totale (IVA inclusa)
40.00€
Spedizione

SPEDIZIONE

METODO DI PAGAMENTO
Totale
Info spedizioni
€ 80,00
 pagamento