Schumann, variazioni sulla solitudine dell’artista

Il Mattino - 28 gennaio 2016

Il 27 febbraio 1854, Robert Schumann, da giorni in preda alle allucinazioni, eludendo la sorveglianza dai familiari fugge da casa sotto la pioggia, in pantofole e vestaglia, e si getta nelle acque fredde del Reno.

Continua a leggere

vedi scheda libro:Memoriali sul caso Schumann