“Fuga verso l’alto” di Annemarie Schwarzenbach, cercare la grazia lontano dalle macerie di Weimar

Sul romanzo - 15 aprile 2016

È il 1933 quando Annemarie Schwarzenbach, inquieta scrittrice, fotografa e giornalista, termina Fuga verso l’alto (Il Saggiatore 2016, traduzione e postfazione di Tina D’Agostini); lo ha scritto in pochi mesi, quelli che vanno dall’incendio del Reichstag fino alla sera del più grande rogo di libri organizzato dal Partito nazionalsocialista ormai al potere, nell’Opernplatz berlinese: l’ultima pagina del manoscritto reca la data del 10 maggio 1933.

Leggi l’articolo di Sul Romanzo.

vedi scheda libro:Fuga verso l'alto