Aldo Grasso: «Le serie non sono morte, sono le narrazioni più potenti che abbiamo»

Linkiesta - 21 giugno 2016

Il critico del Corriere della Sera, autore insieme a Cecilia Penati del libro La nuova fabbrica dei sogni, non crede alla nuova moda apocalittica che preconizza la “fine delle serie tv” e contrattacca: «non sono più “televisive”, sono il genere narrativo più interessante che abbiamo»

L’articolo di Andrea Coccia su Linkiesta.

vedi scheda libro:La nuova fabbrica dei sogni