Nanni Ricordi e Gianfranco Reverberi

«A Genova erano tutti molto preparati nello scrivere cose un po’ più intelligenti di quelle che erano le canzonette di allora.»