Tutti i miei peccati sono mortali

Vita e amori di Caravaggio
ISBN 9788856501780
pagine: 294
€ 11,00

«Non fosse per le grandi ali scure, chiunque, nella penombra, potrebbe prendere quella figura sorta quasi dal nulla per un adolescente in carne e ossa, capitato lì per uno scherzo.»

Il giovane Michelangelo Merisi da Caravaggio nel 1592 arriva nella Roma degli ecclesiastici e delle prostitute. Orgoglioso e sanguigno, si fa notare nelle osterie e nelle strade tra schiamazzi e risse. Sa di valere più degli altri apprendisti che faticano nelle botteghe, e le prime commissioni importanti non tardano. I suoi quadri scardinano la tradizione: nel tentativo di avvicinare divino e umano, i suoi angeli, i suoi santi e le sue madonne hanno corpi di popolani, di meretrici, di ragazzi di strada. Inventa un’arte ancor oggi inconfondibile per i suoi tratti duri, affaticati e luridi. Tutti i miei peccati sono mortali è il racconto di un’esistenza lacerata tra ambizione e autodistruzione, in una Roma barocca che Caravaggio ha consegnato all’immortalità.


Giuliano Capecelatro (Napoli 1947), è stato per molti anni inviato dell'Unità. Per il Saggiatore ha pubblicato insieme a Franco Zaina La banda del Viminale (1996), indagine sul delitto Matteotti, e Un sole nel labirinto (2000), la biografia romanzata di Raimondo de Sangro principe di Sansevero.