Bloodsong

La tragedia di David Kammerer e Lucien Carr
ISBN 9788842819738
pagine: 160
€ 15,00

Allen Ginsberg, William Burroughs e Jack Kerouac. Prima di diventare icone della Beat Generation erano studenti della Columbia University di New York: amici, compagni di bevute, aspiranti scrittori perennemente al verde. Insieme a David Kammerer, il più anziano, e Lucien Carr, affascinante e anarchico, formavano un gruppo unito dalla comune passione per l’arte e gli eccessi: il «Circolo dei Libertini».

Poi il dramma: all’alba del 14 agosto 1944, lungo la riva dell’Hudson, Carr uccide Kammerer e ne getta il corpo nelle acque del fiume.

Un rapporto morboso finito male?

Un gioco trasformato in tragedia o un semplice incidente?

L’omicidio non sconvolge solo il campus ma scuote il piccolo gruppo di amici: è la molla che cementa il loro legame, che li spinge definitivamente a diventare autori.

James Grauerholz ha selezionato gli scritti di Allen Ginsberg nel periodo della Columbia per ricostruire la cronaca di quei mesi drammatici e fecondi: diari, annotazioni di sogni, poesie e The Bloodsong, il romanzo rimasto incompiuto ispirato alla morte di Kammerer.

Attraverso la voce di Ginsberg rivivono in presa diretta le notti passate nei bar, le discussioni sull’arte, la vita universitaria, i suoi sogni e le paure nell’alba della Beat Generation.

Il Saggiatore ha pubblicato: Saluti cosmopoliti (1996; nuova edizione 2011), Poesie scelte 1947-1995 (1997, 2005), Urlo & Kaddish (1997, 2013), Parigi Roma Tangeri (2000), Morte e fama (2009), Primi Blues (2011).


Allen Ginsberg (1926-1997) è nato a Newark, New Jersey. Nel 1956 ha pubblicato Urlo, destinato a diventare uno dei testi poetici più letti del secolo. Il suo incontro con Jack Kerouac e William Burroughs a New York nel 1944 fu l’inizio della Beat Generation.