Parigi brucia?

ISBN 9788856504088
pagine: 560
€ 10.9,00
€ 6.99 (eBook)

Un classico della letteratura sulla Seconda guerra mondiale.

Un successo internazionale lungo mezzo secolo.

Bruciare la città-mondo, la capitale del ventesimo secolo. La città della Senna, dei boulevard e di Notre-Dame, del Louvre e della torre Eiffel. Bruciare Parigi. «Bruciate Parigi!» ordina Hitler nella fase conclusiva della Seconda guerra mondiale. Ma l’ordine non venne eseguito e Parigi fu salva. Chi la salvò dalla distruzione? De Gaulle? O il generale von Choltitz? Il comunista Rol o il console svedese Nordling? Attraverso carte segrete ritrovate negli archivi tedeschi, documenti dell’epoca, ordinanze, verbali e ricordi dei testimoni, Dominique Lapierre e Larry Collins scrivono un drammatico romanzo-cronaca, mettendo in scena eroi e traditori, giovani e vecchi, spie e ostaggi. Sono i protagonisti dell’epopea della città, dall’incubo della distruzione totale alle battaglie per le strade, fino alla liberazione.

Dominique Lapierre, autore di best seller internazionali, ha fondato con la moglie Dominique l’associazione Action pour les enfants des lépreux de Calcutta, alla quale devolve metà dei suoi diritti d’autore. Il Saggiatore ha pubblicato, tra gli altri, C’era una volta l’Urss, Un arcobaleno nella notte, India mon amour e, con Larry Collins, Parigi brucia?.

Larry Collins, nato in Connecticut, ha diretto l’agenzia United Press International a Roma, Parigi e, successivamente, a Beirut. Dopo l’incontro con Dominique Lapierre si ritirò provvisoriamente dal giornalismo per dedicarsi a grandi inchieste che sfociarono in diversi romanzi scritti a quattro mani. È morto in Francia il 20 giugno 2005.


Larry Collins, nato in Connecticut, ha diretto l’agenzia United Press International a Roma, Parigi e, successivamente, a Beirut. Dopo l’incontro con Dominique Lapierre si ritirò provvisoriamente dal giornalismo per dedicarsi a grandi inchieste che sfociarono in diversi romanzi scritti a quattro mani. È morto in Francia il 20 giugno 2005.

Dominique Lapierre (Châtelaillon-Plage, 1931), dopo il suo primo viaggio raccontato in Un dollaro mille chilometri (il Saggiatore, 2003), non ha mai smesso di percorrere il mondo in aiuto dei più poveri. Da anni ha avviato un’intensa attività benefica, fondando con la seconda moglie Dominique l’associazione Action pour les enfants des lépreux de Calcutta, alla quale devolve metà dei suoi diritti d’autore. Ha scritto numerosi libri divenuti best seller internazionali e pubblicati in Italia da Mondadori: insieme a Larry Collins Parigi brucia?, Alle cinque della sera, Gerusalemme! Gerusalemme!, Stanotte la libertà, Il quinto cavaliere, New York brucia?. Ha firmato poi da solo La città della gioia, Più grandi dell’amore e Mille soli; nel 2001, con Javier Moro, ha scritto Mezzanotte e cinque a Bhopal.