La nostalgia del futuro

Scritti scelti 1948-1986
ISBN 9788842813774
pagine: 345
€ 22,00

L’utopia concreta di una musica radicalmente nuova ed espressiva è stata il centro della pratica e della riflessione teorica di Luigi Nono, uno dei protagonisti della musica del Novecento. Gli scritti e gli interventi pubblici di Nono si estendono dalla teoria del comporre alla riflessione storico-musicale, dall’intervento militante alla meditazione filosofica.
Questa raccolta è lo specchio degli interessi, degli orientamenti, delle continuità e insieme delle rotture tipiche di una personalità complessa, troppo spesso oggetto di sommarie riduzioni (il compositore «d’avanguardia», l’artista «politicamente impegnato»). Nutrita di una quantità di riferimenti poetici, visuali, letterari, persino mistici, l’esperienza di Nono si propone come una continua interrogazione su «possibilità e necessità» di una musica senza compromessi nelle tecniche compositive, in perenne rinnovamento insieme alle sue ragioni umane e sociali, ai suoi spazi, e ai suoi ascoltatori.
Un libro concepito secondo criteri di rigore filologico e corredato da una cronologia delle opere, aggiornata alla luce delle ricerche più recenti, oltre che da un ricco apparato di annotazioni e da un commentario critico. Gran parte degli scritti offerti al lettore sono stati ripristinati nel caratteristico dettaglio originale del compositore – sfigurato talvolta in passato da generosi interventi redazionali, puntualmente ricusati dall’autore – così come esso compare nei dattiloscritti e manoscritti attualmente conservati presso l’Archivio Luigi Nono di Venezia.


Luigi Nono (Venezia, 1924-1990) è uno dei maggiori compositori del Novecento. Di formazione non accademica, ha unito l'impegno etico-politico a quello tecnico-compositivo. Nell'ultima fase la sua musica ha espresso l'utopia di "altri ascolti" e "infiniti possibili" per mezzo di un impiego visionario delle tecnologie elettroacustiche. Ha composto circa sessanta opere tra cui Il canto sospeso (1955-56), Al gran sole carico d'amore (1972-74), Prometeo (1984-85).

 

Rassegna stampa

Scompaginatore di certezze musicali[ Il Sole 24 Ore - 27 ottobre 2019 ]