La nevicata dell’85

ISBN 9788856503326
pagine: 187
€ 10,00

«Certo che tra te e Nero Wolfe c’è una bella differenza. Lui è colto, grasso e risolve tutto con l’intelligenza senza muoversi da casa. Tu sei un ex caramba che se non corri su e giù per Milano non cavi un ragno dal buco.»

Milano, inverno 1985. Un’eccezionale nevicata, che sembra non finire mai, sta seppellendo la città. L’ex maresciallo dei carabinieri Pietro Binda non si accontenta di godersi la pensione e ha deciso di mettere a frutto la sua esperienza collaborando con uno studio legale. Un giorno una giovane procuratrice gli chiede aiuto: suo nonno è morto per abuso di medicinali, ma lei è convinta che possa essere stato ucciso. Per quanto scettico, Binda si improvvisa investigatore privato e le sue indagini lo conducono al quartiere di Baggio, nel cui vecchio cimitero sono sepolti troppi anziani che sono morti, vedovi e soli, in circostanze misteriose.

 


Piero Colaprico è nato nel 1957 a Putignano (Bari) e vive a Milano dal '76. Da vent'anni giornalista della Repubblica, in cui cominciò a lavorare come cronista di nera, dall'89 inviato speciale, è anche autore di alcuni saggi, come Capire tangentopoli (1996), di numerosi racconti e di due noir di successo, Sequestro alla milanese (1992) e Kriminalbar (1999).

Pietro Valpreda (Milano 1933-2002) ha inaugurato la sua carriera artistica come ballerino. Dopo l’ingiusto arresto subìto per i fatti di piazza Fontana, ha pubblicato, con il titolo È lui, i suoi diari dal carcere, e in seguito ha collaborato con quotidiani e riviste. Insieme a Piero Colaprico ha firmato i primi tre romanzi della serie del maresciallo Binda.