La maledetta vecchia signora

ISBN 9788842817673
pagine: 288
€ 15,00
€ 10.99 (eBook)

Nella Torino della Fiat, della Marcia dei Quarantamila e delle Brigate Rosse, Giovanni Battista Oddone, per tutti Giambone, sfreccia per le vie della città con la sua Porsche 911 cabrio granata, targata TO R0, infischiandosene delle lotte del proletariato e delle manifestazioni che sconvolgono la quieta fissità borghese della città sabauda. Cresciuto senza padre e con una madre costretta a lavare le scale nel quartiere più operaio di Torino, Giambone sbarca il lunario con piccole truffe e gestendo i clienti della fidanzata Cosetta, detta Cosa, giovanissima prostituta. Poi una grande ondata di gelo, che spira dal Polo Nord e investe l’Europa e l’Italia tutta, stringe in una tenaglia mortale la vita di Giambone.
Ammanettato, processato, condannato con l’accusa di partecipazione a banda armata, cerca un modo per racimolare del denaro e creare un diversivo alla tensione della vita carceraria: una truffa che mescoli calcio e sesso. Giambone è abile a intessere imbrogli e il mammasantissima della prigione delle Nuove, Don Vincenzo, coltello alla gola e scagnozzi alle calcagna, lo costringe a rinunciare alla fede nella squadra granata e a essere dei suoi. In cambio: la libertà. Fuori lo aspetta una scrivania all’odiata Juventus, l’occhio severo dell’agente Samantha Randazzo, le paranoie di Cosa e un sottobosco criminale che cresce all’ombra della Mole. E una macrotruffa da organizzare che coinvolga la Fiat, la Juventus e Gheddafi. Questa volta però per Giambone il gioco si fa troppo duro e le cose si complicano quando un misterioso Signor K vola dagli Stati Uniti con al seguito agenti sceltissimi, tatuati con un gladio sul polso.

In una Torino onirica e plumbea, dove la collina di Superga diventa una giungla impenetrabile piena di improbabili strutture militari clandestine, con generosità d’inventiva quasi lisergica, Luca Masali inchioda il lettore a un meccanismo perfetto, un intrigo spionistico che toglie il respiro. Già autore di romanzi in cui la storia deflagra in fantasmagoria, Luca Masali impone ritmi e visioni tragici e picareschi all’immaginario degli anni ottanta, rinnovando la crime story.


Luca Masali, nato a Torino, è giornalista e autore di romanzi. Tra i suoi libri: la trilogia ucronica I biplani di D’Annunzio, Premio Urania 1995, La perla alla fine del mondo (1999) e La balena del cielo (1997); L’inglesina in soffitta (2004); La vergine delle ossa (2010). I suoi romanzi sono tradotti in spagnolo, francese e giapponese.