Fotocopie

ISBN 9788842827696
pagine: 172
€ 18,00

Conversare con una ragazza su un autobus in Irlanda, osservare una donna prendersi cura di un piccione in una piazza di Londra, condividere un pranzo con i lavoratori del mercato in Galizia, camminare con un ragazzino che porta un fucile a tracolla per le strade di Delhi. Piangere la morte di un caro amico e guardarne un altro, un sopravvissuto dei gulag, prepararsi per un trasloco, sfrattato dalla casa in cui sua madre ha aspettato per quattordici anni che facesse ritorno dalla Siberia.

In Fotocopie John Berger presenta una collezione di attimi, ciascuno colto nel momento di più intensa vividezza, bloccati come in uno scatto fotografico a rappresentare la storia della nostra epoca e quella dell’autore. Vignette, fotogrammi, ricordi; ogni vicenda, ogni «fotocopia verbale», è una persona che ha toccato l’esistenza di Berger, lasciando con quel contatto un’impronta indelebile. Tra queste ci sono gli uomini e le donne che incontriamo quotidianamente, ma anche artisti e scrittori come Paul Klee e Simone Weil, a loro volta evocati a partire da una visione: disegni stesi su un prato verde le cui linee ricordano all’autore l’artista austriaco o il tavolo di legno di pero in una casa di Parigi su cui la scrittrice francese concepì le proprie opere.

Il rapporto tra immagine e linguaggio diventa, nella prosa di Berger, un legame simbiotico: l’occhio cattura l’istante, la scrittura lo ancora al flusso del tempo e ne fa proliferare le numerose possibilità evocative. Nello stile discreto e intensamente cinematografico di Berger, queste ventinove Fotocopie traboccano di odori, di suoni e di vita, ed emanano una malinconica nostalgia. L’effetto di questi piccoli ricordi è un delicato eppure inevitabile distacco dal passato; la metamorfosi della memoria privata in scritti di portata universale.


John Berger (Londra, 1926 - Parigi, 2017) è stato giornalista, pittore, critico d’arte e scrittore. Con il romanzo G. (Neri Pozza, 2012) ha vinto nel 1972 il Booker Prize. Il Saggiatore ha pubblicato Questione di sguardi (2015), Perché guardiamo gli animali? (2016), Smoke (2016), Sul guardare (2017), Ritratti (2018), Paesaggi (2019), E i nostri amore mio, leggeri come foto (2020).

 

Rassegna stampa

Segnalazione Arte[ Arte - 3 giugno 2021 ]
Qui comincia[ Rai Radio 3 - 10 maggio 2021 ]
La storia di un'epoca in una collezione di attimi[ Eco di Bergamo - 22 marzo 2021 ]
Fotocopie[ Internazionale - 18 febbraio 2021 ]
I luoghi del cuore di Nietzsche e Simone Weil[ Robinson - la Repubblica - 6 febbraio 2021 ]
John Berger, l'incessante[ Antinomie - 28 gennaio 2021 ]
Top ten Robinson[ Robinson - la Repubblica - 30 gennaio 2021 ]