Computer e cervello

ISBN 9788842819660
pagine: 128
€ 14,00

Le analogie tra macchina e uomo, artificio e natura, computer e cervello, in un saggio pionieristico che, a metà degli anni cinquanta, ha anticipato e condizionato gli sviluppi delle scienze informatiche, biologiche e filosofiche. Una frattura, lo spartiacque tra due ere. Con la visione e l’approccio del matematico, John von Neumann, il classico autore della Teoria dei giochi (1944), mette a confronto le capacità computazionali delle macchine e quelle del più affascinante e misterioso organo umano. I termini costitutivi del suo discorso sono transistor e neuroni, rapidità di trasmissione delle informazioni, velocità di elaborazione dei dati, porte logiche e sinapsi. In Computer e cervello von Neumann dà concretezza al modello di Turing, progettando macchine universali, computer in grado di plasmare le proprie attività in funzione dei compiti che sono chiamati a risolvere. Si delinea così quella che verrà chiamata Architettura di von Neumann, su cui si basano tutte le moderne macchine di calcolo, si introduce per la prima volta nella storia il concetto di programma memorizzato e si aprono le porte agli studi sull’intelligenza artificiale. Con le lectures raccolte in questo volume si avvia quella rivoluzione che continua a modellare e rimodellare tutti gli aspetti della nostra vita.


John von Neumann (Budapest, 1903 - Washington, 1957), matematico, fisico e informatico ungherese naturalizzato statunitense. Le lezioni raccolte in Computer e cervello furono commissionate dall’Università di Yale nel 1955.