Che cosa abbiamo nella testa?

Il cammino accidentato della ragione
ISBN 9788842830092
pagine: 248
€ 20,00

Postfazione di Domenico De Masi

Come si forma il pensiero? Che cosa sono esattamente memoria, coscienza e mente? Davvero tutto quello che accade dentro di noi non è dovuto ad altro che a un fascio di impulsi elettrici? Quanto c’entra l’istinto e quanto la razionalità nelle scelte che facciamo?

In Che cosa abbiamo nella testa? Edoardo Boncinelli e Antonello Calvaruso ci spiegano tutto quello che oggi sappiamo sul cervello e sul suo funzionamento. Grazie ai progressi della scienza ora siamo consapevoli che proprio il cervello è la casa dei pensieri, della mente, della razionalità, perfino delle emozioni. E anche se non esiste ancora una definizione univoca di «pensiero», sappiamo che ne convivono in noi due tipi: uno immediato – l’istinto che ci fa sottrarre la mano dal fuoco quando ci scottiamo – e uno complesso – che implica l’intervento della razionalità e comporta una valutazione delle variabili prima di compiere una qualsiasi scelta. Ma anche in questo caso siamo molto meno razionali di quanto crediamo, perché di fatto il nostro cervello risponde agli stimoli esterni in modo schematico, guidato dal retaggio della nostra evoluzione: tendiamo a prendere le decisioni rapidamente e col minimo sforzo, spesso cadendo in tranelli di cui nemmeno ci rendiamo conto.

Con Che cosa abbiamo nella testa? Boncinelli e Calvaruso ci offrono una guida al cammino accidentato della ragione, alla scoperta di ciò che siamo e delle insidie che la mente infila fra i nostri pensieri, insegnandoci a riconoscerle per evitarle o servircene attraverso molti esempi in cui possiamo ritrovare le nostre esperienze quotidiane. Per comprendere meglio noi stessi, il nostro nucleo più autentico: forse la sfida più temeraria che possiamo affrontare.

«Questo libro è un’indagine a tutto campo sulla razionalità umana. Può essere letto per avere una comprensione più profonda della realtà; e può essere messo a frutto per districarci meglio nella selva delle occasioni che la vita ci offre.»


Edoardo Boncinelli (Rodi, 1941) è tra i maggiori genetisti italiani. Per più di vent’anni ha svolto attività di ricerca presso l’Istituto di genetica e biofisica del Cnr di Napoli. È stato direttore del Laboratorio di biologia molecolare dello sviluppo presso l’Università San Raffaele e direttore della Scuola superiore Sissa di Trieste. Insieme ad Antonello Calvaruso ha ideato la neuroformazione. Con il Saggiatore ha pubblicato Il male (2019) e, con Antonio Ereditato, Il cosmo della mente (2018) e L’infinito gioco della scienza (2020).

Antonello Calvaruso (Napoli, 1958), economista e formatore, ha insegnato Disegni sperimentali all’Università Federico ii e Progettazione formativa all’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli. È stato presidente dell’Associazione italiana formatori e oggi è direttore di S3.Studium. Insieme a Edoardo Boncinelli ha ideato la neuroformazione. È autore di numerosi articoli e libri sul tema dell’apprendimento, fra cui ricordiamo La formazione del soggetto per lo sviluppo organizzativo (Liguori, 2007) e Storie di rinascita in tempo di crisi (Il diario del lavoro, 2013).

 

Rassegna stampa

Boncinelli entra nella nostra mente[ Il Giornale - 30 maggio 2021 ]