French Theory

François Cusset

French Theory

ISBN 9788842815754

Pagine 432

€ 30.00


Sapevate che Michel Foucault è stato negli Usa un’icona delle battaglie per i diritti civili, mentre Jacques Derrida diventava una celebrità accademica senza eguali? Che Gilles Deleuze e Félix Guattari hanno ispirato i precursori di Internet e i primi deejay di musica elettronica? E che la fantascienza americana, dal romanzo cyberpunk alla saga di Matrix, ha attinto a piene mani dal pensiero di Jean Baudrillard? Dopo aver incrociato a New York la controcultura dei mitici Seventies, le opere dei filosofi francesi del poststrutturalismo sono entrate nei dipartimenti di letteratura delle università americane e hanno sovvertito tutti i canoni del sapere, abbattendo il muro che separava cultura accademica e cultura pop. Riscoperte e reinterpretate come base teorica per le lotte identitarie di fine secolo, hanno poi fecondato il terreno da cui sono sbocciati i cultural studies, i gender studies e la critica multiculturalista. Decostruzionismo, biopotere, micropolitiche, simulazione: French Theory ricostruisce la singolare evoluzione di questo pensiero iconoclasta, accolto con più successo oltreoceano che nella madrepatria. Un passaggio misconosciuto, eppure cruciale, dell’epoca contemporanea che ha mutato il paesaggio intellettuale, culturale e politico degli ultimi due decenni.

François Cusset, storico delle idee, è professore di Cultura americana all’Università di Nanterre. È autore di numerose pubblicazioni, fra cui Queer critics e À l’abri du déclin du monde.


Assaggio PDF